Resoconto dei due viaggi di studio – Premio De Anna

I due studenti vincitori, Ivana Palomba e Sebastiano Mori, del premio Barbara De Anna hanno redatto un breve resoconto della loro esperienza di studio all’estero.

IVANA PALOMBA

Grazie alla Borsa di Studio “Barbara De Anna” istituita da Toscana Energia in collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze, ho avuto l’opportunità di trascorrere un periodo di tempo in Azerbaijan, per fare ricerca per la tesi di laurea magistrale in Relazioni Internazionali e Studi Europei. L’oggetto del mio studio riguarda la “Sicurezza Energetica tra Europa ed Azerbaijan” e la borsa di studio è stata un’opportunità unica per recarmi a Baku e visitare così personalmente uno dei paesi che nell’ultimo decennio ha conosciuto uno sviluppo economico veramente importante. La questione della sicurezza energetica è sempre più al centro del dibattito internazionale. Per l’Europa la differenziazione dei fornitori di idrocarburi è diventata una vera priorità, soprattutto in seguito alla crisi in Ucraina nel 2006 che ha sottolineato la fragilità dell’Unione Europea, in quanto completamente dipendente dalla Russia. …. continua a leggere la Relazione.

SEBASTIANO MORI

Il tema della mia ricerca riguarda la sicurezza energetica cinese, con particolare attenzione alle relazioni tra Repubblica Popolare Cinese e i paesi dell’Asia Centrale. A seguito dell’incredibile ascesa economica cinese trovare nuovi fonti energetiche è diventata una priorità fondamentale per le autorità governative di Pechino. Questo ha perciò portato gli strateghi cinesi a guardare con un nuovo interesse le vicine repubbliche dell’Asia Centrale in particolar modo Kazakistan e Turkmenistan poiché entrambi possiedono importanti giacimenti di petrolio e gas. L’intento della mia ricerca è stato quello di individuare i fattori principali che stanno influenzando la politica energetica Cinese e in che modo questo si ripercuote sulle relazioni tra la Cina e le cinque repubbliche.

Grazie al Premio Barbara de Anna ho avuto la possibilità di

… continua a leggere la Relazione.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>