CONFERENZA DI SANDRO ROGARI:”SPADOLINI STORICO”, 11 febbraio, 17.00, Biblioteca nazionale centrale

Con lo scopo di approfondire la conoscenza di questa figura ancora affascinante, prosegue l’indagine sul percorso compiuto dallo statista che ha saputo coniugare l’impegno politico con una straordinaria passione culturale.
Relatore della conferenza il professor SANDRO ROGARI. Invitiamo tutti gli studenti e laureati alla “Cesare Alfieri” di prendere parte all’evento.


spadolini storico

 

Seminario con Colin Crouch: LAVORO, INCLUSIONE E RELAZIONI INDUSTRIALI NEI PAESI EUROPEI DOPO LA CRISI

Si comunica che lunedì  27 ottobre 2015 alle ore 14 presso Polo delle Scienze Sociali via delle Pandette 21 edificio D5 – sala 3.50 si terrà il seminario dal titolo “LAVORO, INCLUSIONE E RELAZIONI INDUSTRIALI NEI PAESI EUROPEI DOPO LA CRISI”

Parteciperà il noto politologo, sociologo britannico COLIN CROUCH. Celebre per avere coniato il termine POSTDEMOCRAZIA nel suo omonimo libro in cui teorizza che le democrazie avanzate, pur rimanendo di fatto democrazie si avviino inesorabilmente verso un’inedita oligarchia.

Colin Crouch, nato nel 1944 ha iniziato la sua carriera come docente di sociologia alla London School of Economics nel 1969. Successivamente ha insegnato presso l’Università di Bath e l’università di Oxford, dove è stato curatore della Bodleian Library dal 1990 al 1995. È stato professore di Sociologia al dipartimento di scienze politiche dell’istituto europeo di Firenze dal 1995-2004, infine ha insegnato Governance e Management Pubblico presso l’Università di Warwick Business School fino al 2011.

Crouch

 

Il nuovo volto dell’ Associazione “Alumni Cesare Alfieri”

Il 29 novembre 2014 i membri dell’Associazione “Alumni Cesare Alfieri” riuniti nella storica Biblioteca di Giovanni Spadolini a Pian dei Giullari hanno eletto il nuovo Consiglio Direttivo. Tra i volti nuovi dell’associazione un mix di giovani laureati e di ex Alumni ormai affermati nei rispettivi ambiti professionali. I nuovi membri del Consiglio sono Luigi Caroppo giornalista, capocronista de La Nazione; Cosimo Ceccuti, già Professore ordinario di Storia contemporanea all’Università di Firenze e Presidente della Fondazione Spadolini-Nuova Antologia; Lapo Cecconi, laureato magistrale in “Analisi e politiche del governo locale”, attualmente Presidente di ReteSviluppo S.C., spin off dell’Università di Firenze nel campo della ricerca socio economica e dei progetti di sviluppo locale; Carlo Corbinelli Colonnello dei Carabinieri, Comandante della Scuola Marescialli di Firenze; Cecilia Corsi, Professore ordinario di Istituzioni di diritto pubblico e Presidente della Scuola di Scienze Politiche “Cesare Alfieri”; Marco Del Panta Ridolfi, diplomatico, Vice Direttore Generale Vicario della Direzione generale per gli italiani all’estero e le politiche migratorie presso il Ministero degli Affari Esteri, Carlo Gentili, Amministratore Delegato di Nextam Partners SpA, Giorgio Giovannetti, giornalista Rai, condirettore di GR Parlamento, Antonella Leonardi, laureanda magistrale in  “Relazioni Internazionali e Studi Europei”, coordinatrice della Camera Regionale della Moda Italiana per la Regione Sicilia; Daniele Olschki editore e Direttore della Casa editrice Leo S. Olschki; Mauro Quercioli, Dirigente della Banca Monte dei Paschi di Siena.

Rimangono confermati Fulvio Conti, professore ordinario di Storia contemporanea e Presidente dell’Associazione, i Vice-Presidenti Isabella Di Nolfo e Carlo Gattai, il tesoriere Danilo Breschi, Professore aggregato di Storia del Pensiero Politico presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi Internazionali di Roma, Franca Maria Alacevich, Professore ordinario di Sociologia dei processi economici e del lavoro e Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, Elena Dundovich, Professore Associato in Storia dell’Europa Orientale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Pisa e Filippo Salvi, imprenditore e Presidente della Scuola di Scienze Aziendali di Firenze.

Nella stessa giornata l’Associazione si è fatta promotrice della presentazione del libro curato da Sebastiano Tringali “La cooperazione”, tesi di laurea di Sandro Pertini, il cui dattiloscritto originale, salvato per miracolo durante l’alluvione del 1966, è stato ritrovato nei magazzini della Facoltà di Lettere di Firenze.

2014-11-29 17.36.182014-11-29 17.45.25 2014-11-29 17.47.23 2014-11-29 18.20.562014-11-29 18.45.58

La tesi sulla cooperazione, come racconta all’Assemblea il Professor Fabio Fabbri dell’Università di Roma Tre, fu discussa dal giovane studente di Savona 90 anni fa presso l’Istituto per le scienze sociali “Cesare Alfieri” di Firenze e, inquadrandola nel contesto storico travagliato in cui venne scritta, assume un significato molto particolare. Nei mesi successivi all’omicidio di Giacomo Matteotti il regime di Mussolini si sarebbe trasformato in dittatura e proprio le cooperative furono tra le associazioni democratiche che maggiormente subirono le violenze dello squadrismo fascista. Pertini discusse la sua tesi il 2 dicembre 1924 facendone in certa misura un atto politico, l’esaltazione dello spirito cooperativo più genuino che non può “vivere fuori dal movimento operaio, ignorarlo, perseguendo unicamente i suoi scopi economici, ma deve entrare in esso, unirsi a tutte le forme in cui si concretizza la lotta del lavoro, divenendo forza di elevazione morale, non solo economica, della classe operaia”.

Pochi mesi dopo la discussione di quella tesi – a cui la Commissione, forse non insensibile alle pressioni del Partito fascista, dette una votazione di 84 riducendo di 8 punti il voto di partenza – Pertini avrebbe iniziato una lunga attività antifascista. Pertini conoscerà il carcere, il confino, l’esilio e dopo essere ridiventato un uomo libero, all’indomani del 25 luglio 1943, entrerà a fare parte del direttivo del Cln Alta Italia.

Un testimonianza che resta viva nel ricordo del Professor Valdo Spini, Presidente della Fondazione Circolo Fratelli Rosselli, nel cui intervento si è soffermato soprattutto sugli anni di Pertini Presidente. Spini, onorato della sua confidenza e della sua amicizia, ricorda quando nel 1981 diventò vicesegretario del PSI e in quell’occasione fu invitato al Quirinale per dei colloqui memorabili sulle vicende politiche di allora, senza che il Presidente “risparmiasse quei suoi giudizi taglienti su uomini e cose che formavano talvolta la delizia ma qualche volta anche il terrore degli uomini politici del tempo”. Il martedì successivo alle elezioni politiche del 1983 Spini, rieletto deputato, annunciava per primo a Bettino Craxi che l’analisi di Pertini sul risultato elettorale lo portava a prevedere il conferimento allo stesso Craxi dell’incarico di formazione del nuovo governo: “cercate però – gli aveva suggerito Pertini – di non avere contro i comunisti!”.

E nel ricordo di Sandro Pertini l’Associazione “Alumni Cesare Alfieri” diviene parte di una grande narrazione che attraverso le testimonianze, i racconti e la storia, creano un ponte tra i laureati di ieri quelli di oggi.

Irene Fusani

Articolo La Nazione

Rassegna stampa – Premio dedicato a Barbara De Anna

Continue reading “Rassegna stampa – Premio dedicato a Barbara De Anna” »

Consegna del premio dedicato alla memoria di Barbara De Anna

Consegna del premio dedicato alla memoria di Barbara De Anna

La consegna del premio, due borse di studio, si terrà a Firenze lunedì 6 ottobre alle ore  12,30 c/o la Sala degli incontri di Palazzo Vecchio.

Un premio nato dalla collaborazione di Toscana Energia, la Scuola di Scienze Politiche “Cesare Alfieri”, l’Associazione Alumni e il Comune di Reggello, in memoria di Barbara De Anna, funzionario delle Nazioni Unite scomparsa lo scorso anno a causa di un attentato terroristico in Afganistan.

Interverranno:

Cristina Giachi, Vicesindaco del Comune di Firenze
Lorenzo Becattini, Presidente di Toscana Energia
Cristiano Benucci, Sindaco del Comune di Reggello
Cecilia Corsi, Preside della Scuola di Scienze Politiche “Cesare Alfieri”
Carlo Gattai, Vicepresidente dell’Associazione Alumni


Parteciperanno:
Paolo Sottani, Sindaco del Comune di Greve in Chianti
Diye Ndiaye, Assessore alla cooperazione internazionale del Comune di Scandicci

Continue reading “Consegna del premio dedicato alla memoria di Barbara De Anna” »